crea il tuo futuro

Crea il tuo futuro

Quante volte hai letto nei libri di spiritualità e crescita personale, la classica frase “crea il tuo futuro”?

La leggi nei social e la trovi ovunque. Anche alcune pubblicità adesso usano questo tipo di slogan. Non sono poche però le persone che pensano che questa frase sia non solo fasulla, ma perfino fuori luogo e spesso si sentono offesi nel sentirla.

Solitamente questo gruppo è costituito da quelle persone che nella vita hanno sofferto e che tutt’ora soffrono e che sono ormai demoralizzate a tal punto da non credere che la loro vita possa veramente cambiare.

Se però prendi coraggio (perché è di questo che si tratta) e analizzi con totale onestà la tua vita, ti renderai conto che tutto ciò che hai vissuto di negativo, ha alla base una tua paura. Non hai apprezzato abbastanza quello che già avevi negandogli la giusta gratitudine e importanza.

Le tue ripetute lamentele hanno così dato vita ad un processo di perdita (il quale unico scopo era quello di ripulire la tua vita) per ricostruire tutto ciò che hai sempre desiderato e che tu invece, hai vissuto come una sconfitta.

Dal momento che il 2021 alle porte, credo che sia giusto nei confronti di noi stessi e degli altri, analizzare a fondo tutto quello che è successo per non ritrovarci a rivivere un 2020 che, ammettiamolo, non è stato poi così entusiasmante.

Alcuni hanno vissuto questo periodo di pandemia come un cambiamento di energie e lo vivono ancora con fatica ma con fiducia che sia parte di un processo di sana pulizia. Altri invece si sono completamente demoralizzati e questo è del tutto comprensibile ma sbagliato.

Osserviamo però quello che sta succedendo e non intendo a livello medico o virale, perché non è il mio campo e non mi permetterei mai di mettere voce laddove non ho la giusta conoscenza. Ma c’è una cosa che ho imparato analizzando tutte le mie esperienze, ed è che tutte le situazioni che ho vissuto avevano un perché e non erano di certo parte della sfortuna.

Non erano nemmeno coincidenze (anche perché le coincidenze non esistono), ma erano frutto delle mie emozioni, dei miei pensieri, delle mie lamentele. Altre invece, del mio karma. Erano lezioni individuali e ancora oggi, quando qualcosa mi va storto, lo analizzo e scopro che alla base c’è qualcosa che ho temuto, o qualcosa che non ho apprezzato abbastanza e che si è trasformato in quello che pensavo di volere, ma che non era poi così bello una volta manifestato nelle mia realtà.

Quello che è successo nel 2020 è di certo più complesso perché ogni cosa è stata realizzata dalla nostra memoria collettiva e dai legami che abbiamo verso ogni essere vivente. Il 2020 ci ha fatto capire realmente cosa significa essere tutti connessi.

Le nostre paure, le nostre lamentele, la nostra ingratitudine, ha preso forma per tutti. Un pandemia per tutti, nessuno escluso. E questo rende le cose sicuramente più complicate.

Se analizzo il 2020 e il covid 19, la prima cosa che mi viene in mente da dirti è che da sempre l’uomo ha temuto della sua posizione sociale, dichiarando che i ricchi hanno più probabilità di sopravvivere rispetto ai poveri.

In un primo momento, se ci hai fatto caso, è andata davvero così ed è stata data l’energia madre della manifestazione a questo pensiero collettivo. Però poi l’universo, che lavora sempre con giustizia, ha dimostrato che ai suoi occhi siamo tutti uguali e non sono stati pochi i casi di persone famose e ricche decedute negli ultimi tempi (alcuni per aver contratto il virus, altre per altre patologie che nulla avevano a che fare con il coronavirus).

Un altro pensiero collettivo che è diventato peraltro lamentela, riguarda la nostra vita lavorativa. Quante volte abbiamo disprezzato il nostro lavoro, la nostra paga e abbiamo detto che la nostra occupazione ci toglie il tempo e il riposo? Non abbiamo ringraziato per quel poco che avevamo e non abbiamo permesso all’universo di donarci per mezzo della gratitudine. Purtroppo quindi anche questo pensiero ha preso forma e il lockdown totale o parziale che sia stato, ci ha tolto anche quel poco che avevamo.

E le famiglie? Ci siamo trovati a vedere i nostri anziani diventare protagonisti di scelte crudeli come il “chi salvare?”. In quanti si sono lamentati dei loro nonni o dei loro genitori o si sono arrabbiati con i membri della propria famiglia per dividersi i compiti e decidere chi doveva andare a far visita ai propri cari anziani? Il coronavirus anche in questo ci ha tolto visite a domicilio e nelle strutture, facendoci capire appieno l’importanza della loro presenza nelle nostre vite.

In molti hanno deciso di non avere figli per evitare responsabilità o per poter godere appieno della propria libertà (anche se io ti dico che libertà per me oggi è passare del tempo con i miei figli) e oggi si ritrovano a capire che, queste restrizioni, possono limitare la loro libertà nel non poter avere realmente dei figli, in quanto a livello lavorativo sono venute a mancare le necessità prioritarie.

Inizialmente ci si era pure accaniti contro i cani e non sono stati pochi gli abbandoni. Ma l’universo si è ribellato e solo chi era in possesso di animali domestici poteva usufruire di un quarto d’ora di uscita. Pure fare sport e prendersi cura del proprio corpo è diventato essenziale anche per i più pigri.

Diciamoci la verità: credi ancora che il pensiero non sia in grado di creare dopo l’aver analizzato anche solo in piccola parte la pandemia?

E se l’analizzi dal punto di vista spirituale, ti rendi conto che tutto quello che ci è stato tolto ci hai insegnato ad apprezzare e a ringraziare per ciò che possedevamo anche se inizialmente sembrava essere davvero poco. Ci ha fatto riscoprire valori perduti di una passeggiata, di un lavoro, e dei reali affetti.

L’universo non sbaglia mai. Dio non sbaglia mai. Ha un perché a tutto e, più di tutto, ci ha donato la libertà di creare il nostro futuro.

Quando ti dicono di pensare positivo non è fatto per prassi o per abitudine, ma ti viene detto per il tuo bene perché il tuo pensiero realmente ha un ruolo fondamentale per la tua esistenza.

Oggi sai che non importa quanto poco possiedi. Lamentarti ti porta inevitabilmente verso il fallimento, la gratitudine invece trasforma da poco ad abbondanza.

Come creare il tuo futuro

Il 2021 è alle porte ormai e la gente è divisa in due gruppi: quelli che pensano in un prolungamento di questo 2020 e chi, invece, ripone nel nuovo anno la rinascita.

Una cosa è certa: dobbiamo attrezzarci di pazienza ancora per qualche tempo. Tutto sta facendo il proprio corso e la natura sta lavorando in suo favore e di conseguenza in nostro.

Il coronavirus ha dato uno scossone a tutti e non ha guardato in faccia a nessuno. Non gli è interessato né il ceto sociale né la nazione di provenienza. Siamo tutti esseri umani senza distinzione agli occhi di questo virus.

Il coronavirus ci ha messo davanti anche alle nostre priorità. Abbiamo capito cosa per noi è importante. Ci ha fatto capire quanto sia importante il nostro lavoro.

Molte persone la maggior parte dei giorni si sono alzate di mattina demoralizzate e stanche di recarsi al proprio luogo di lavoro, ma oggi hanno capito che averlo è una benedizione.

Molte persone hanno capito l’importanza degli anziani e quanto valore hanno nella nostra vita. Alcuni di quelli che hanno pensato che gli anziani sono un peso, oggi hanno capito che in realtà sono una benedizione.

Molti che hanno dato la priorità ad altro, vedendo i figli come un blocco e non come parte del divertimento, si sono resi conto di quanto sia importante avere una famiglia e dei bambini.

Se hai analizzato attentamente ogni aspetto del 2020, ti rendi conto che alla base di tutto c’è un’isoddisfazione, diventata lamentela e conseguentemente ingratitudine.

Possiamo quindi affermare con certezza che è stato il nostro pensiero a creare. Possiamo quindi dire che il “crea il tuo futuro” non è poi così impossibile. Possiamo apertamente affermare che, se vuoi qualcosa, devi prima visualizzarlo nella mente, e che se invece desideri eliminare qualcosa dalla tua vita, devi prima di tutto e categoricamente smettere di lamentarti.

Bisogna ripulire i tuoi pensieri prima di tutto e le tue emozioni cambieranno di conseguenza.

Ogni pensiero che emettiamo diventa realtà se accompagnato da un’emozione. Ogni cosa di cui hai paura o che per te non è abbastanza e che ti fa sentire in difetto deve quindi essere cancellato dalla tua mente.

Se non ami la tua quotidianità e desideri di meglio, non lamentarti pensando a ciò che ti manca, ma ama le piccole cose che hai già, perché l’essere grato per quello che hai già, ti porta inevitabilmente emozioni diverse da quelle che stai provando ora.

Le tue emozioni diventeranno gratitudine, gioia, speranza e amore e l’universo non può e non sa restare indifferente a tanta bellezza.

Se non sai come fare inizia con l’analizzare ogni tua emozione e ogni tuo pensiero e cerca di comprendere che hai davvero il potere di cambiare cose.

Sta a te decidere e comprendere che puoi creare il tuo futuro. Scegli con cura i tuoi pensieri e dai vita a magiche emozioni. L’universo ti risponderà donandoti in abbondanza ciò che ti serve per essere felice.

Per creare il tuo futuro nel modo corretto devi prima di tutto chiarirti le idee e conoscere ciò che vuoi davvero.

Molto spesso diciamo che vogliamo cambiare la nostra vita, ma se ci viene chiesto cosa vogliamo dal futuro per essere felici, il nostro elenco inizia con un “mah, non so…” e poi viene fatta una lista di “vorrei”

All’universo non interessa cosa vorresti, ma conta solo ciò che vuoi. La differenza tra le due cose è che il vorrei non racchiude emozioni che in realtà sono contenute nel voglio. Nel vorrei ci sono ipotesi e niente prende realmente forma nella tua testa. Nel voglio invece è racchiuso tutto: sicurezza, chiarezza, determinazione. Il voglio non da spazio a dubbi ma è categorico.

Il primo passo sta quindi nel formulare le richieste nel modo corretto, visualizzando chiaramente nella tua testa cosa vuoi realizzare. Facendo così proverai inevitabilmente emozioni che passeranno dapprima verso la rabbia e la mancanza, ma che si trasformeranno poi in pace interiore, serenità, gioia, realizzazione personale e abbondanza.

Per aiutarti nello stendere una lista nel modo corretto puoi fare uso dell’app 101 desideri. Segui attentamente le istruzioni e ti assicuro, che sei fai tutto nel modo giusto, a tempo debito vedrai concretizzarsi le tue richieste.

Non esiste la sfortuna, non esiste la cattiva stella. Esiste solo il benessere e la pace interiore che l’amore porta con sé. Non siamo incapaci di ottenere, ma dobbiamo solo avere la conoscenza di come poter realizzare ciò che desideriamo. Se a tutto questo ci aggiungiamo il pensiero positivo e la fiducia nelle nostre capacità, nulla potrà mai ostacolare il nostro cammino.

Potremo sì inciampare, ma cadere mai!

Crea il tuo futuro a partire da adesso.

Buon 2021 a tutti voi 🙏💜

Commenti di facebook
Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2020 Alessia Mereu
close

Vuoi diventare un membro della Casa degli Angeli?

Iscriviti o chiudi questa finestra cliccando in alto a destra

Posted in Angeli e Arcangeli, Divinazione, Il Potere del Pensiero and tagged , , , , , , , , , , , , .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.